I genitori degli alunni di Papanice chiedono pi arredi scolastici

 

Inserita il 03/10/2007

News

Una lettera indirizzata al Dirigente dell’Istituto comprensivo


«I GENITORI dei bambini della scuola dell’infanzia del VII circolo di Papanice fanno presente che il suddetto istituto è privo di locali , attrezzature , materiale didattico e quant’altro occorre per rendere la scuola luogo divertente e piacevole per il soggiorno dei bimbi». Lo hanno scritto in una lettera inviata al dirigente scolastico dell’istituto comprensivo di Papanice alcuni genitori (Lucrezia Lerose, Francesca Minniti, Dorella Devona, Adelina Elia, Carmela Gentile, Rita Rimedio, Rosaria Rimedio, Daniela Megna, Maria Teresa Lumare, Patrizia Lumastro e Melania Chiaravalloti).

Dal canto suo il dirigente scolastico ha fornito un lungo carteggio con il quale sono stati chiesti al Comune tutte le forniture dell’attrezzature. L’ultima richiesta, in ordine di tempo, è datata 9 luglio 2007 e riguarda gli arredi per la nuova sede della scuola media,
che è stata consegnata con l’aperture dell’anno scolastico in corso. Una recente sentenza della Cassazione ha chiarito che la legge numero 23 del 1996 devolve ai Comuni “la realizzazione, fornitura, manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici da destinare a scuole materne, elementari e medie inferiori”.

Oltre a questo chiarimento ce ne uno che interessa la fornitura del telefono. A questo proposito «L’avvocatura dello Stato richiama non solo la legge 23/96, ma anche il Testo unico del 1944, all’articolo 90 dispone che i Comuni “sono tenuti a fornire … il telefono”». Presso la nuova sede della scuola media di Papanice non è ancora stato installato il telefono per una diversità di vedute tra l’assessore alla Pubblica istruzione e il
dirigente.


Autore: Fausto

Chiudi questa finestra