V Campionato Italiano per cinofili

 

Inserita il 21/06/2006

News
Il Dott. Giuseppe Mancuso ha vinto il titolo del V° Campionato Italiano per cinofili sportivi con cane da seguita su lepre, svoltosi sulle terre di Varzì Pavia, nei giorni 15, 16 e 17 aprile 2005.

Il Dott. Mancuso, originario di Papanice, vive nella borgata Apriglianello, ed è campione italiano nella disciplina cinofila, cani da seguita, categoria coppie.

Fin da fanciullo, ha nutrito la sua passione per la caccia, che è anche amore per l'ambiente e la natura.

Ci racconta che già all'età di appena 5 anni, nel salone dove il padre esercitava l'arte di barbiere, sentiva il proprio genitore con gli amici, parlare appassionatamente, delle domeniche trascorse alla caccia di prede.

Quella del Dott. Mancuso è; amore, passione, desiderio, per gli animali, per l'ambiente e la natura.

Passione tanto grande da permettergli di raggiungere e vincere, il Titolo Nazionale di Campione Italiano per per la FIDASC.

Grande impegno e passione, unite a molte ore di allenamenti, dopo giornate di lavoro.
I giorni di riposo, si fa per dire, li dedica agli allenamenti dei propri pupilli, i propri cani da segugio. (ndr. ne ho contati più di 20).

"Grande curiosità mi suscitavano i discorsi dei grandi, sentendoli parlare di caccia.
Chi parlava di lepri, chi di volpi, chi di selvaggina, mentre adesso noi siamo i primi a vivere lo scempio che stiamo compiendo ai danni della natura.

Il taglio incontrollato degli alberi, la distruzione di vecchi galloni, l'assenza totale del rispetto verso gli animali ed il paesaggio naturalistico e faunistico.

Sono esattamente 25 anni di passione, i miei, per i cani e per la caccia, che mi hanno ripagato con il titolo Nazionale.
In molte occasioni, sono stato seguito e coadiuvato da mia figlia Fiorella, anche lei amante di questo sport.

Anch'ella ha più volte partecipato attivamente agli allenamenti dei nostri cani".
In tante manifestazioni c'è la presenza del Dott. Mancuso in giro per l'Italia, per non parlare poi, del suo lungo viaggio, in Argentina, per la cattura delle lepri da ripopolamento selvatico.

Ha partecipato al 3° trofeo Alto Molise, categorie mute, che si è svolto nei giorni 7 ed 8 Maggio 2005, al 1° Campionato Zonale Calabro svoltosi a Vibo Valentia, al S.I.P.S di RE XXIII Trofeo Pezzi, classificandosi al 1° posto, il 27 agosto 2005.

Il trofeo di Campione Italiano disciplina Cinofilia cani da seguita categoria coppie, gli è stato consegnato Sabato 4 Febbraio 2006, nella città di Chianciano, in provincia di Siena, con la relativa pergamena della Federazione Italiana Discipline Sportive da Caccia, firmata dal Segretario Generale Dott. Roberto Ugazio e dal Presidente Prof. Felice Buglione. Amore e rispetto per gli animali e la natura, dicevamo, sono gli ingredienti per riuscire a cogliere i frutti che questa passione matura.

Vedere il Dott. Mancuso di Papanice, farsi onore in tutta Italia, conquistando trofei Nazionali, ci fa veramente onore.

Il Dott. Mancuso è convinto che il territorio debba essere ripopolato con l'allevamento della selvaggina allo stato brado, in modo da poter essere valorizzato.

Dovrebbe crearsi inoltre, tra agricoltori e cacciatori, una vera e propria sinergia, con rispetto reciproco, perché, anche se da differenti punti di vita, l'obiettivo da raggiungere è lo stesso.

L'ambiente ripaga chi lo rispetta, ma non a tutti è dato di apprezzare le meraviglie della natura. I cacciatori sono tra coloro che possiedono questo dono.

Enrico Pedace (la Provincia KR)


Autore: Fausto

Chiudi questa finestra