MARGHERITA, LA VERIFICA NON MAI INIZIATA

 

Inserita il 27/05/2005

News

Riceviamo e pubblichiamo
È d’uopo intervenire per chiarire alcuni aspetti sulla situazione politico-amministrativa di Badolato. In queste ultime settimane si è parlato molto di verifica. Nel paese e sui mezzi di informazione locali si è detto di tutto e di più. Crediamo sia giusto raccontare la verità, dire alla gente come stanno veramente i fatti, evitando di scadere nella bassa politica, che nulla ha a che vedere con la coerenza, l’onestà e la dignità di quanti militano nella Margherita.

È passato il messaggio che la Margherita sia stata fatta fuori.

Ora, ad onor del vero, prima ancora che si chiedesse con forza l’apertura della crisi per una verifica approfondita, l’assessore esterno al bilancio in quota Margherita, Criniti Assunta, aveva formalizzato nelle mani del Sindaco, in data 22.04.2005, e successivamente al Protocollo del Comune, le proprie irrevocabili dimissioni per ragioni strettamente personali.

Se questo è far fuori una forza politica…

Quindi, quando ancora oggi si legge sulla stampa, tra gli assessori non riconfermati, il nome di Assunta Criniti, si afferma una versione distorta della realtà.

La Margherita, insieme alle altre forze della coalizione Arcobaleno, aveva chiesto una verifica seria per dare ascolto alle pressanti richieste di cambiamento che venivano dalla cittadinanza. Tutti sappiamo che tale verifica non è mai iniziata, non è stato mai promosso un incontro collegiale tra partiti e movimenti, tra gruppi e comitato, che pure esistono.

C’è stata semplicemente qualche telefonata, qualche capannello pubblico per sondare gli umori all’interno della maggioranza.
La Margherita era ed è disponibile ad una verifica collegiale, sentendo contemporaneamente tutti i componenti della coalizione.

Crediamo che sia questo il giusto modo di dare risposte concrete.

Ora si apprende dalla stampa che il Comune dispone di una nuova giunta.

È questo il modo nuovo di fare politica?

La Margherita non è stata e non è interessata a poltrone.

Dopo il brillante risultato delle Elezioni Regionali del 3 e 4 aprile 2005, che ha visto il partito, primo tra le forze politiche tradizionali del paese, poteva alzare la voce e pretendere spazi aggiuntivi. Così non è stato, in quanto, in linea con i suoi principi, è stato disponibile anche a farsi da parte, pur di sbloccare quella situazione di stallo che penalizzava e continua a rallentare la crescita di Badolato.

Per noi la politica è servizio, è stare in mezzo alla gente, ascoltare con umiltà la sua voce, i suoi problemi, cercando di avvicinarla, in un momento di disaffezione generale, alla partecipazione alla vita pubblica.
Per questo il Circolo della Margherita “Vincenzo Gallelli” di Badolato cercherà, così come ha sempre fatto, di dare il proprio contributo solo in presenza di una proposta politica seria, che guardi ai reali problemi della gente ed escluda interessi personalistici.
Il Circolo della Margherita
“Vincenzo Gallelli"
Badolato

Tratto da: GilBotulino


Autore: Fausto

Chiudi questa finestra