DISINNESCATO RESIDUATO BELLICO

 

Inserita il 03/12/2004

News
Un colpo di mortaio risalente alla seconda guerra mondiale Ŕ stato scoperto e disinnescato nella giornata di ieri a Badolato.
L'ordigno bellico Ŕ stato rinvenuto in localitÓ "Ciambartolo", all'interno di una proprietÓ privata. Nient'altro che un cilindro metallico arrugginito, lungo 10/15 centimetri e del diametro di 2 centimetri.
A coordinare le operazioni di bonifica, affidate agli artificieri, i carabinieri della Compagnia di Soverato, guidati dal comandante Francesco Tocci.

Non Ŕ il primo episodio del genere a Badolato. Per come si evince anche dal sito www.gilbotulino.it, residuati bellici della seconda guerra mondiale furono casualmente riportati alla luce nel 2003, in un casolare in ristrutturazione, sottostante la villa Pietranera del Barone Gallelli.

Durante un lavoro di scavo furono portate alla luce decine di bombe a mano di vari colori ben conservate, a forma di scatolette di carne. La scoperta fu prontamente segnalata ai carabinieri della locale stazione che si attivarono per l'emergenza.

Anche in quel caso sul posto giunsero gli artificieri provenienti da Caserta che fecero brillare gli ordigni in fosse. In fase d'appoggio all'operazione furono impegnati anche alcuni volontari del nucleo operativo badolatese della Croce Rossa Italiana

Tratto da Il Domani


Autore: Fausto

Chiudi questa finestra